• 0 commenti
  • 09/04/2024 15:21

Enzo Decaro al Teatro del Giglio con “Non è vero ma ci credo”, la tragedia tutta da ridere di Peppino De Filippo

Enzo Decaro al Teatro del Giglio con “Non è vero ma ci credo”,

la tragedia tutta da ridere di Peppino De Filippo
per la regia di Leo Muscato


venerdì 12 e sabato 13 aprile ore 21 - domenica 14 aprile ore 16



Lucca, martedì 9 aprile 2024Non è vero ma ci credo di Peppino De Filippo, in scena da venerdì 12 a domenica 14 aprile, porta sul palcoscenico del Teatro del Giglio Enzo Decaro, attore tra i più noti e amati del panorama nazionale. Insieme a lui, Giuseppe Brunetti, Francesca Ciardiello, Lucianna De Falco, Carlo Di Maio, Massimo Pagano, Gina Perna, Giorgio Pinto, Ciro Ruoppo, Fabiana Russo, a dare corpo e voce, per questa tragedia tutta da ridere, a una serie di caratteri dai nomi improbabili che sono in qualche modo versioni moderne delle maschere della commedia dell’arte. Il protagonista di Non è vero ma ci credo è l’avaro, avarissimo imprenditore Gervasio Savastano, che vive nel perenne incubo di essere vittima della iettatura. La sua vita è diventata un vero e proprio inferno perché vede segni funesti ovunque: nella gente che incontra, nella corrispondenza che trova sulla scrivania, nei sogni che fa di notte. Forse teme che qualcuno o qualcosa possa minacciare l’impero economico che è riuscito a mettere in piedi con tanti sacrifici. Il concatenarsi degli eventi porta a una serie di situazioni paradossali ed esilaranti, che vedranno al centro della vicenda la credulità del povero commendator Savastano.


Lo spettacolo, una produzione I due della città del sole, è firmato per la regia da Leo Muscato che, rispettando i canoni della tradizione del teatro napoletano, ha voluto dare a questa storia un sapore più contemporaneo. «Peppino De Filippo – scrive Muscato nelle sue note di regia - aveva ambientato la sua storia nella Napoli un po’ oleografica degli Anni Trenta. Luigi aveva posticipato l’ambientazione una ventina d’anni più avanti. Noi seguiremo questo sua intuizione avvicinando ancora di più l’azione ai giorni nostri, ambientando la storia in una Napoli Anni Ottanta, una Napoli un po’ tragicomica e surreale in cui convivevano Mario Merola, Pino Daniele e Maradona.»


La Stagione di Prosa 2023-2024 è realizzata dal Teatro del Giglio con Fondazione Toscana Spettacolo Onlus (quest’ultima riconosciuta dal Ministero della Cultura come primo Circuito Multidisciplinare in Italia per il 2022).


INCONTRO CON IL PUBBLICO - La Compagnia incontrerà il pubblico sabato 13 aprile alle ore 18.0o all’Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca. L’ingresso è gratuito, fino a esaurimento posti. Il progetto di incontri con il pubblico è frutto della collaborazione tra Teatro del Giglio, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Fondazione Lucca Sviluppo e Fondazione Toscana Spettacolo onlus.


Pochissimi i biglietti ancora disponibili. Info e acquisti alla Biglietteria del Teatro del Giglio (tel. 0583.465320 in orario di apertura al pubblico, email biglietteria@teatrodelgiglio.it), su www.teatrodelgiglio.it e su www.TicketOne.it

Gli altri post della sezione

Puccini Festival

Tra le numerose caratteris ...