• 21 commenti
  • 08/02/2024 12:07

Sicurezza stradale ..30km/h in viale Castracani

si intervega su viale Castracani. Macchine sempre a folli velocità dai viali direzione Pescia. Almeno nel primo tratto andrebbe messo un limite di 30km/h e attraversamenti pedonali protetti. nessuno fa nulla. oggi contiamo un investimento di una donna. Negozio d'angolo

I commenti

Ciclisti che non rispettano le inutili piste ciclabili costruite in ogni strada, gente che attraversa le strisce sulla circonvallazione senza guardare se tutte le corsie sono sicure.... anche questo può portare a pericoli.

anonimo - 11/02/2024 12:59

Immaginatevi quanti ce ne sarebbero da BOCCIARE di questi che girano per strada all'esame per la patente di guida!
I taxi farebbero affaroni d'oro.
Ahr! Ahr! Ahr!

... - 10/02/2024 20:56
.

Ecco uno che se ha la patente, dovrebbe a rigore ridare l'esame, chiaramente nello status quo bocciandolo.
Ma purtroppo è di molto fortunato, sta in Italia!!!!!

... - 10/02/2024 20:52

La strada è per le auto, credo sia lapalissiano. La penso anche io così: perché ci dovremmo (non è una lamentela da macho, è un dubbio filosofico!) preoccupare dei pedoni? In mezzo alla strada non ci devono stare, e devono attraversarla solo in prossimità di semafori rossi. In generale la quasi totalità degli incidenti avvengono in prossimità di incroci, e lì si rallenta perfino se ci fosse il limite di 70, è intrinseco non c'entra avere o meno il cervello, un incrocio non lo puoi prendere nemmeno a 30, va preso in seconda, questo lo sanno anche quelli a cui il limite di 30 non piace. Oppure in prossimità di ingressi da strade secondarie e parcheggi: e lì beh vale la filosofia del pedone, sei tu che ti aggiungi alla strada, e tocca a te stare attento, non agli altri andare piano. Tanto tempo fa vissi al sud, su una strada dove il limite era 70 (oggi abbassato a 50 per inurbamento) ma tutti ci andavano a 90 o anche 100 o perfino di più. Avete presente la Pesciatina di notte? Un drizzone di km e km senza anima viva? Un ipotetico pazzo ci può andare perfino a 130 per brevi tratti. Mia mamma mi ha semplicemente detto: tesoro, hai presente quella cosa che è successa al bisnonno? La morte. Lui è morto di vecchiaia, ma anche un colpo forte può uccidere. Tu non vuoi morire, vero? Allora non andare in strada. FINE. Da quel giorno ho accettato che il mondo è un luogo forte, violento, pericoloso, e adatto solo a chi è attento, umile e coraggioso. Non ho mai fatto del male né volontariamente né per caso, ma me ne frego dei discorsi di chi vorrebbe un mondo a misura di debole. Pensiamo a diventare noi forti e attenti piuttosto.

anonimo - 10/02/2024 14:56

dipendesse da me avrebbe perso la macchina da mò.
E' molto fortunato ad abitare in Italia!

... - 09/02/2024 20:47

Qualcuno mi vuole spiegare da quando devono essere i pedoni il centro della vita di chi guida? Se ne stiano sul marciapiede! Lì non li investe nessuno.

anonimo - 09/02/2024 17:58

Le auto sotto 50 all'ora si danneggiano?
Allora tranquillo, son gia tutte danneggiate, anche la sua.
La può porta' subito dal su' meccanico!
Ahr! Ahr! Ahr!

... - 09/02/2024 11:22

I pedoni a 30 all'ora li investi solo se sei cieco, distratto, o un coglione. E l'impatto, a 30 all'ora, non è quasi mai letale (a 50 all'ora invece sì: non pretendo che tutti conoscano le leggi della fisica e la struttura del corpo umano, ma sarebbe una figata se i coglioni sapessero di esserlo e ne approfittassero per tenere la bocca chiusa).
I dossi, se affrontati alla velocità per cui sono studiati, non danneggiano le auto e non sono pericolosi per le moto. Se sei un coglione e li prendi a sessanta all'ora o più, è giusto e normale che la macchina ne risenta - l'auspicio è che a lungo andare si spacchino i braccetti delle sospensioni - o che il pilota in moto rischi qualcosina.
Gli unici viaggi velocissimi davvero utili, infine, sono quelli verso l'ospedale, a bordo di un'ambulanza: auguro al commentatore campione di giri da qualifica in questione di sperimentarne molti, anche coi suoi cari.

anonimo - 09/02/2024 10:09

A30 all'ora si investono lo stesso i pedoni come quei grulli che senza guardare a dx e sx attraversano sulle striscie , degli imbecilli totali si credono padroni della strada , le auto costrette a frenare per quei debosciati che ti offendono anche. Mi domando cosa alberga nel loro cranio , ma ne sono certo il deserto.

Anoniml - 09/02/2024 09:22

I dossi sono pericolosi per chi guida , dovrebbero essere banditi , specialmente per le moto. Paghiamo i vigili che non si vedono mai, escono dalle loro tane solo per eventi straordinari con le nappe sulle giacche o per le partite di calcio, mi domando allora a cosa servono, corpo inutile.

Anonimo - 09/02/2024 06:58

Uscite dalle vostre camere e guidate, se avete la patente. Le auto sotto 50 all'ora si danneggiano. Nella vita vera la gente non può dover calcolare i viaggi come parte della giornata. I viaggi devono essere velocissimi e brevissimi così che si possano fare le cose in nome delle quali si è usciti di casa, siano esse doveri o piaceri.

Anonimo - 08/02/2024 20:19

Penso che anche Lei abbia provato ad andare a 30. Infatti se Lei percorre il viale Castracani, da Porta Elisa, fino al tondo di San Vito, va sicuramente a 30. Impossibile andare più forte. A meno che Lei non faccia quella strada tra le 20 e le 8 del mattino.

Anonimo - 08/02/2024 20:14

Personalmente ogni volta che vedo il limite di 30km/h lo rispetto scrupolosamente. Esattamente come tutti gli altri limiti, e cerco di non distrarmi mai (il cellulare ad esempio sta nella borsa in modalità non disturbare). Per esperienze dirette e indirette, purtroppo so da molti anni quanto possano essere pericolose le auto (e soprattutto chi le guida).
Nel traffico urbano poi, anche volendo, più di 30-35 km/h non li faccio (e francamente, mi pare che anche i più smanettoni abbiano qualche difficoltà). Per cui sì: mi capita molto spesso di andare ai 30. E mi fanno un po' pena i maniaci dal piede pesante a tutti i costi, incapaci di organizzarsi la vita e per questo sempre di corsa, perennemente in ritardo, e sempre pronti a dimostrare la loro stupidità tanto per le strade quanto nei commenti su internet: auguro loro di non mettere mai sotto un pedone, un ciclista, o magari un bambino, o di non ammazzare una famiglia con un bel frontale.
Se poi si schiantano contro un albero, oppure tra loro l'uno contro l'altro, beh: amen.

anonimo - 08/02/2024 19:44

Si va piano giustamente dobbiamo capirlo e metterei non i limiti ma controlli Velocità Media che non deve superare 50 orari massimo, come già c'è in talune zone

Stress - 08/02/2024 19:27

La faccenda più esilarante è che nelle zone urbane CI ANDATE TUTTI I GIORNI A 30 Km/h ed anche MENO!!!!
Sopra, solo la notte oppure di ferragosto!
Evidentemente a vostra insaputa!
SPETTACOLARE L'HOMO SCEMENS.
Ahr! Ahr! Ahr!

.... - 08/02/2024 19:03

Non parliamo di km o di tutta la sarzanese ma di zone altamente popolate in strettissima prossimità delle mura, e attivata commerciali e scuole.
Non cambia nulla se vai a 30 per 1km. e arrivi 1 MINUTO DOPO, forse vivi da altre parti della citta, ma ti assicuro che rischi ad attraversare la strada in continuazione, e se vedi le statistiche degli incidenti ne capisci anche il senso.
Certo che basterebbe mettere fissi i vigili, ma tanto non saranno mai abbastanza e sarebbero contestati così come autovelox.

anonimo - 08/02/2024 18:45

Anche a30 km l:ora è troppo proporrei di spingere le auto a mano.

Anonimo - 08/02/2024 17:34

Ma avete mai provato ad andare a 30 all'ora? Provateci , sempre se avete la patente.

Anonimo - 08/02/2024 17:32

E per qualche imbecille che va ad alta velocità ci devono rimettere tutti, controlli fisici , polizia , vigili che controllino loro.

Rebel - 08/02/2024 17:31

Rimane un fatto a S. Anna in molte strade interne c'è il limite a 30 ma non lo rispetta nessuno, forse i dossi sono più efficaci.
I coglioni rallenterebbero per non spaccare la loro potente e costosa macchina, altrimenti senza vigili che multano sono solo lettera morta.

Anonimo - 08/02/2024 16:07

Anche in viale Puccini a san Anna, ci sono idioti a velocità folli, c'è una schiacciato alla settimana.

Anonimo - 08/02/2024 12:35

Gli altri post della sezione

Pomeriggio letterario

Domenica prossima, 25 febb ...