• 0 commenti
  • 20/11/2023 08:22

Klea Marku è vicecampionessa d’Italia nel judo.

Ha solo tredici anni la neocampionessa che ha conquistato la medaglia d’argento ai campionati italiani di Riccione. Si allena al Fujiyama Pietrasanta e la sua insegnante è la pluricampionessa Eva Prayer. Una vittoria importante per la giovanissima judoka che, ancora una volta, ha portato in alto i colori della Versilia, nella categoria esordienti. Alla stessa gara hanno partecipato anche i suoi compagni di dojo: Luca Donadel (-81 kg) ha conquistato il quinto posto e si è classificato al campionato A1 che si terrà e Filippo Buonafina (+81kg) ha ottenuto il settimo posto.

«Al momento della vittoria ero emozionatissima – racconta Klea Marku - e mi sono nemmeno resa conto di quello che stava accadendo. Troppe emozioni tutte insieme. Il giorno dopo, a mente lucida, ho capito di essere la vice campionessa d’Italia. che provavo: alla felicità si univa l’adrenalina, la stanchezza, la pressione della giornata; solo il giorno dopo a mente lucida e tranquilla mi sono goduta a pieno la mia vittoria. Sono felice di aver scelto di praticare questa disciplina che all’inizio era solo un divertimento, adesso è diventata passione. Si tratta di uno sport importante per la salute e l’anima, ma anche dal punto di vista pratico e al mondo d’oggi con tutte le violenze di genere e i femminicidi – conclude la giovanissima judoka -  praticare questo sport per una donna può significare salvezza».

Klea è giovanissima ma con tanta grinta e fa già parte anche della squadra regionale di judo portando in alto non solo i colori di Pietrasanta, ma di tutta la Toscana. Domenica scorsa, infatti, si è classificata al terzo posto al trofeo internazionale Nagaoka in Slovenia. 

Gli altri post della sezione

New entry al Bcl

 Ecco il colpo di mercato ...

Si chiamerà

Si chiamerà "Atletico Luc ...