• 7 commenti
  • 07/10/2022 11:54

Tambellini e le denunce a San Concordio

Fa ridere la dichiarazione dell'EX sindaco Tambellini il quale ha affermato che con le denunce la sua amministrazione ha voluto difendere il Comune di Lucca dal pericoloso comitato di San Concordio. Caro Alesandro con le denunce non si difende la comunità e il comune. IL Comune se voleva doveva prendere uscire dagli uffici e parlare con i cittadini. La tua amministrazione non l ha mai fatto!. Solo imposizione dall'alto!. E gli incontri con gli assessori sul territorio solo tempo perso. Sono contento che Pardini abbia ritirato le denunce e mi auguro che ORA l'amministrazione voglia dialogare davvero con i cittadini.

I commenti

Classico ragionamento di qualcuno che sta dalla parte di chi ha perso e che conta sul fatto che la giustizia non funziona per tempistiche, efficienza ed imparzialità
Se funzionasse le denunce dei comitati e le controdununce del Comune verrebbero valutate in tempi ragionevoli e con criteri imparziali e quindi non e' detto a priori che il Comune la spunterebbe

Anonimo - 08/10/2022 10:31

Chi lo ha detto che i cittadini hanno "investito il Comune di accuse pesantissime?" Lo ha detto il sindaco, è quello che "ritiene" lui. E' stato ripetuto all'infinito ad alta voce e scritto a caratteri cubitali ovunque, ma è vero? E' mai stato accertato da un giudice? No, nè da un giudice penale, nè da un giudice civile. Per il resto, sono d'accordo, bisognerebbe proprio che la nuova amministrazione facesse una commissione d'inchiesta sulla galleria coperta. Ne verrebbero fuori delle belle.

bardo - 08/10/2022 10:27

Il suo ragionamento è di una rozzezza impressionante. Sembra infatti che il Tambella, come un signore medievale, potesse costringere Tizio o Caio all'abiura minacciando di saccheggiare le loro case e sequestrare i loro beni. Non è così!!! I cittadini dei comitati hanno investito il comune ed i suoi amministratori con accuse pesantissime.

Nello specifico hanno detto che il Comune aveva fatto abusi edilizi, falso in atto pubblico e truffa ai danni dello stato.

Il Comune ha ritenuto di reagire con una denuncia. Or bene, se le accuse dei comitati si fossero dimostrate esatte la denuncia del Comune sarebbe decaduta e non solo i cittadini non avrebbero dovuto abiurare o pagare dei risarcimenti, ma Tambellini e soci sarebbero dovuti andare a giudizio con il rischio di dover loro risarcire fior di quattrini alle casse pubbliche.

Morale della favola, se si sparano accuse pesanti come quelle che hanno sparato i comitati, bisogna prendersi la responsabilità dei propri atti. Troppo comodo vomitare accuse e pensare che gli accusati non reagiscano. Pessimo che il Comune abbia ritirato le denunce.

Anonimo - 08/10/2022 02:15

Sentire i cittadini è cosa positiva, ma la progettazione è compito, a livello di impostazioni generali, dei politici eletti e a livello specifico e poi esecutivo dei tecnici incaricati. A meno che non si voglia buttare alle ortiche la democrazia rappresentativa. Se la progettazione la facessero i comitati sarebbero dolori!!!

Anonimo - 08/10/2022 02:02

Ritirare le denunce non basta.
Se il Comune ritira le denunce e' perche' ritiene che queste siano lesive della immagine del Comune e quindi deve quantomeno far aprire una verifica, da parte della magistratura, sulla correttezza dell'operato della precedente amministrazione.
E lo dico non per sfidare a dimostrare che non fosse cosi' , ma perche' ritengo che quando hanno denunciato i cittadini questi amministratori hanno veramente leso l'immagine del Comune.
Ritirare le denunce e basta e' puro populismo...o ringraziamento per i voti ricevuti.

Anonimo - 07/10/2022 18:00

A voler essere pignoli, l'iniziativa del sindaco Tambellini, con la pretesa di far firmare una "abiura" ai membri del comitato rei di aver manifestato un'opinione contraria alla sua, pena pesanti conseguenze economiche, si profilava come vero e proprio atto lesivo della libertà di espressione. Roba da ricorso alla corte europea… Se questo soggetto tornerà alle sue plaghe campestri a coltivare patate, il consorzio umano ne trarrà grande giovamento.

anonimo - 07/10/2022 14:14

L'ex sindaco se si sentiva offeso doveva agire in suo nome. L'aver agito in nome del comune è stato veramente un atto grave, specialmente da parte di un partito che si è sempre vantato di saper ascoltare.

Anonimo - 07/10/2022 12:35

Gli altri post della sezione

NON SE NE POLE PIU’

Basta basta veramente ques ...

Marione 1 Alessandrino 0

Ha accesso più Alberi di ...

Per le donne Iraniane

Il Terzo Polo, Azione e It ...

sotto le mura storiche

Beh se dicessi alla mia fi ...