• 8 commenti
  • 21/11/2022 18:02

Macché nuovi parcheggi. Bisogna sviluppare nuovi concetti di mobilità. Peccato che a Lucca non si fa!!!

Altro che nuovi parcheggi: le biciclette e I monopattini in condivisione sono la moderna soluzione per la mobilità cittadina. Nel 2016 facemmo presente al Comune che il bike sharing in Toscana veniva effettuato da ben 31 comuni e che se Lucca se ne fosse dotato l’inquinamento atmosferico ne avrebbe tratto beneficio. La risposta del Comune fu negativa: no bike sharing. Con la nuova amministrazione abbiamo richiesto un appuntamento al nuovo Assessore alla Mobilità proprio per discutere di queste nuove forme di trasporto in alternativa a nuovi parcheggi ricevendo purtroppo un cortese rifiuto giustificato dal fatto che prima sarebbe dovuto entrare nella materia. Noi questo incontro lo avevamo richiesto perchè, essendoci interessati ai problemi di mobilità da oltre venti anni, interfacciandoci con altri comitati cittadini italiani e studiando autorevoli pubblicazioni in materia, ritenevamo di aver qualcosa da offrire in termini di conoscenza, a chi come all’ Assessore attualmente in carica, questi problemi non li ha mai affrontati. Con l’ Assessore Raspini la nostra proposta del bike sharing venne archiviata senza discussione, adesso la proposta del monopattino che avremmo voluto fare all’ Assessore Santini viene sorpassata da un privato che, scoprendo la “gallina dalle uova d’ora”, effettua un grosso investimento che merita rispetto, ma che di fatto “toglie la materia” dalle mani dell’Amministrazione Comunale rendendo più difficile una sua regolamentazione. Probabilmente, visto lo scarso interesse da parte del Comune, assisteremo anche ad un ulteriore sviluppo dell’ iniziativa con risciò e poi macchinine elettriche sempre a noleggio, che andranno ad aggiungersi ai risciò per turisti e che renderanno Lucca sempre più simile ad un parco divertimenti. Un vero peccato che l’Assessore alla mobilità non si dedichi con maggiore attenzione all’ ascolto, anche di associazioni diverse da quelle dei commercianti, e si lasci assorbire da encomiabili iniziative come mercatini, concertini e carnevalate varie, che sicuramente fanno bene ad una parte della città, ma sicuramente non tanto come una buona politica di mobilità di cui tutti avvertono il bisogno. 


I commenti

Lei ha detto tutto ciò che c'era da dire. La pura verità. Il problema è che l'ideologicizzazione non ha orecchie

anonimo - 23/11/2022 16:24

Dopo il furto di due biciclette, entrambe grattatemi in giardino di casa, ho mollato e non ne ho comprate altre. Mi sono rotto le palle e vado in automobile fuori le Mura e a piedi dentro. Dentro le Mura ci vado pochissimo, solo quando sono costretto, perché non ho tempo di andarci. Al contrario di Pisa, che è città piena di funzioni, nel centro di Lucca si può fare a meno di andarci. Infatti Lucca è piena solo se ci sono eventi, se ci sono i turisti e la domenica, quando i lucchesi di fora vanno dentro le Mura a fare i turisti anche loro. Le biciclette comunali (che poi sono a spese di tutti noi) a Lucca non servono a nulla!

Anonimo - 23/11/2022 00:30

Sono quello del primissimo commento. E non sono un contadino. Ma se mi muovo uso mezzi privati, quelli pubblici non sono né pratici (li prendi/lasci dove vogliono loro, non dove torna bene a te) né igienici.

Anonimo - 22/11/2022 15:48

Ho 80 e proverò sicuramente il monopattino elettrico per girare per la città; ho alcune domande: dove posso leggere se ci sono vie vietate ai monopattini come ai risciò? la velocità da mantenere è prevista o sono programmati a una velocità massima? In centro storico dove posso lasciare il monopattino a noleggio? Ci sono multe per i trasgressori?
Cioè esistono le regole? Oppure ognuno si gestisce come gli pare? (vedi circolazione dei risciò in città)
Grazie per la gentile risposta che riceverò dall'assessore Santini 


Gianna Traverso Coli

gianna - 22/11/2022 14:30

Favorevole al bike sharing ma soprattutto ritornare al Lucca Port in centro storico (e magari qualche hub Amazon). Vanno eliminati i vari furgoni in centro storico.

Anonimo - 22/11/2022 09:47

Lascio la macchina al parcheggio fuori porta S.Zeno prendo la bici e vado in borgo largo in 5 minuti praticamente a gratis . Il servizio è del comune di Pisa e funziona benissimo. Il brutto di questi commenti è che molto spesso chi li fa è un contadino irascibile che non esce mai dal suo orto e che non capisce nulla. Caratteristica peraltro comune a molti amministratori

Anonimo - 22/11/2022 08:16

La gente andrà in monopattino ed in bicicletta solo quando sarà convinta di farlo. Il comune non deve fare il trasportatore di merci (ricordate Luccaport???), non deve comprare tricicli che ora marciscono, non deve fornire biciclette! I privati fanno meglio del comune tutte queste cose e quando sbagliano sprecano i soldi loro e non quelli di tutti. Prego in ginocchio la nuova Amministrazione, almeno su questo, di fare una scelta liberale. Lucca e l'Italia non hanno bisogno di bonus, biciclette statali e altre castronerie!! Il Comune faccia invece il suo lavoro. Il Comune renda sicure le strade, renda difficile la vita ai ladri di biciclette, stabilisca le regole, ma ci risparmi un altro deposito di ferraglia!

Anonimo - 22/11/2022 01:00

E non userei mai queste cose. Come me ci sono altri 100.000 cittadini a caso.

Anonimo - 21/11/2022 21:52

Gli altri post della sezione

NON SE NE POLE PIU’

Basta basta veramente ques ...

Marione 1 Alessandrino 0

Ha accesso più Alberi di ...

Per le donne Iraniane

Il Terzo Polo, Azione e It ...

sotto le mura storiche

Beh se dicessi alla mia fi ...