• 1 commenti
  • 07/06/2024 12:41

La Fondazione Simonetta Puccini festeggia l’arrivo a Torre del Lago della Mille Miglia

La Fondazione Simonetta Puccini

festeggia l’arrivo a Torre del Lago della Mille Miglia

con una serata di iniziative

che celebrano l’amore del compositore

per le automobili

 

Mercoledì 12 Giugno, a partire dalle 17

Auditorium Simonetta Puccini e Villa Museo Puccini

Torre del Lago

 

comunicato stampa

 

Mercoledì 12 giugno la Mille Miglia 2024, la storica corsa automobilistica che Enzo Ferrari definì un “museo viaggiante unico al mondo”, conclude la sua seconda tappa sulla marina di Torre del Lago, dove le auto d’epoca arriveranno per rendere omaggio a Giacomo Puccini nell’occasione del centenario dalla morte. In onore della grande passione del Maestro per i motori, anche la Fondazione Simonetta Puccini si unisce ai festeggiamenti e dà il benvenuto in città agli oltre quattrocento convogli in gara con un pomeriggio denso di iniziative, cui farà da sfondo l’esposizione, nel garage della Villa Museo Puccini, di una Bentley Mark VI del 1951, un esemplare del primo modello prodotto dopo la sospensione dovuta alla seconda guerra mondiale. Di un blu intenso, dotata di caratteristiche particolari per quegli anni, come gli ammortizzatori posteriori regolabili dall’interno e il servofreno meccanico, l’auto sarà visibile gratuitamente dalle 16 alle 19, per gentile concessione del proprietario.

 

Il programma della serata inizia alle 17, presso l’Auditorium Simonetta Puccini, con la presentazione del libro “Vivere in sorpasso”. Nel volume, edito da PMP Edizioni (2020), il giornalista e scrittore Francesco Dionigi, vincitore di numerosi premi e autore di articoli e biografie dedicate ai grandi piloti ed aviatori della storia, ha raccolto aneddoti e curiosità sulla Mille Miglia, sui protagonisti e sulle macchine che hanno contribuito a renderla una delle competizioni più amate al mondo, dal quadrifoglio dell’Alfa Romeo al cavallino rampante della  Ferrari, da Tazio Nuvolari a Giulio Ramponi, fino alle epiche imprese dei lodigiani Giuseppe Campari e Eugenio Castellotti. Uno spaccato di vita, di una intera epoca motoristica, raccontato anche attraverso le splendide illustrazioni di Alessandro Colonna.

 

Per gli amatori della lirica, invece, l’Auditorium ospita alle 18 un incontro dedicato al dramma “Le Villi”, titolo d’esordio di Puccini, che narra d’amore, tradimento e spiriti vendicativi. L’appuntamento inaugura le Conversazioni sull’opera, la rassegna ideata dalla Fondazione con l’obiettivo di promuovere e approfondire la conoscenza dei capolavori pucciniani. La pianista Silvia Gasperini sarà, per l’occasione, relatrice e musicista, e ci porterà alla scoperta di quest’opera che il compositore scrisse giovanissimo – immediatamente dopo aver conseguito il diploma al Conservatorio di Milano – eseguendo alcuni brani per pianoforte tratti dal melodramma, illustrandone i passaggi musicali e commentando le parti fondamentali del libretto. L’evento vedrà la partecipazione del tenore Davide Piaggio, che si esibirà facendoci ascoltare alcune arie dall’opera.

 

Il programma si chiude alle 19 con una visita guidata alla Villa Museo dal tema “Puccini e le automobili”, ad ingresso libero e gratuito. Un percorso emozionante e suggestivo alla scoperta della residenza prediletta dal Maestro, tra cimeli e foto di famiglia, che culminerà nella rimessa, dove sono ancora esposte le vecchie ruote dei quattordici veicoli – o forse più – che Puccini acquistò nel corso della sua vita. L’operista amò le sue auto tanto quanto la musica, e nel viottolo della dimora, sulle rive del lago di Massaciuccoli, entrarono vari modelli scelti tra i più belli e prestigiosi in Europa: una De Dion Bouton a 5 cavalli, le amatissime Lancia e alcune lussuose Isotta Fraschini.

 

 

Informazioni

Fondazione Simonetta Puccini

Viale Giacomo Puccini, 266

55049 Torre del Lago, Lucca

Tel. +39 0584 341445

e.mail info@fondazionesimonettapuccini.it

sito web www.giacomopuccini.it

I commenti

Noto con mio disappunto che manca il vero Maestro, quello eletto presidente di un partito che non lo votano nemmeno i parenti (basti vedere il Segretario quanti voti ha preso al paesino limitrofo dove risiede) lo potevate invitare dato che al barino d'angolo alla fondazione attira tanta gente.

anonimo - 12/06/2024 00:32

Gli altri post della sezione

Lavori molesti

Ore 07.00 via Fatinelli. L ...

Palazzo Pretorio

Insisto sia un troiaio per ...