• 3 commenti
  • 22/11/2022 18:27

Tre domande all’assessore regionale alle infrastrutture Baccelli.

Italia Viva e I Riformisti sono molto interessati al completamento del raddoppio ferroviario Firenze Lucca Viareggio Pisa, anche se per ora pensato solo fino a Lucca.

Sul sito della Regione Toscana dedicato al PRIIM si legge:

v Atti del Convegno del 7/72017 “Il Piano regionale integrato: dal dire al fare: la situazione relativa la raddoppio del tratto Montecatini-Lucca”:

·      in corso la progettazione definitiva del raddoppio (30 km) e delle opere, sulla base della quale si dovranno concludere le procedure di VIA e di localizzazione.

·      Investimento economico complessivo di 450 mln, finanziato da:

·      35 mln di risorse regionali per il primo stralcio dei lavori del raddoppio Pistoia – Montecatini

·      200 mln della finanziaria regionale 2015

·      215 mln di risorse statali

v 5° Documento di monitoraggio del PRIIM del 16/09/2019

Raddoppio della ferrovia Pistoia –Lucca

·      Tratto Pistoia – Montecatini (12 km): in stato avanzato i lavori che porteranno alla funzionalità della linea raddoppiata per il 2020

·      Tratto Montecatini Terme – Lucca (23 km): in corso la progettazione con previsione di affidare i lavori tra fine 2020 e inizio 2021 – Investimento economico complessivo di 487 mln (216,5 regionali)

Quanto sopra annunciato non sembra essersi verificato e non trovando altre notizie in merito sul sito della Regione, chiediamo all’Assessore Baccelli, di darci cortesemente le notizie aggiornate sullo stato dell’arte del raddoppio ferroviario e in particolare:

·      Quando sarà inaugurato il tratto Pistoia Montecatini.

·      Quando inizieranno i lavori del tratto Montecatini-Lucca

·      I finanziamenti di questo tratto sono rimasti intatti? Sono confermati i 487 milioni di cui 216,5 regionali? Sono sufficienti a terminare i lavori ed entro quale data?

Alberto Baccini, Coordinatore Italia Viva Lucca

Francesco Colucci, Riformisti per Italia Viva e il Terzo Polo

I commenti

Se il suo è il pensiero della destra, allora dobbiamo prepararci a diventare parte della provincia di Pisa. Anzi, già che ci siamo, mettiamo Lucca nel comune di Pisa. Così avremo un sindaco solo, quello di Pisa, che a quanto pare è capace di far funzionare le cose. Allegria!!! PS dica al sindaco di Pisa, città dove tutto funziona, di far funzionare anche il cosiddetto "people mover", che allo stato attuale costa milioni l'anno che tutti i toscani, compresi i lucchesi, sono costretti a pagare. Io mi sarei rotto le sfere di pagare i costi della grandeur pisana.

Anonimo - 24/11/2022 01:39

il Sindaco fa bene, almeno Pisa funziona.
A Lucca con i vari Tambellini, Baccelli e compagnia cantante ci siamo fatti isolare, sempre propensi ad accettare tutto pur di non perdere la propria poltrona.

Anonimo - 23/11/2022 19:17

Lavori impantanati peggio dei russi in Ucraina, disastro totale!! Di questo passo ci vorranno più di dieci anni. Siamo periferia della periferia e intanto il nostro sindaco fa le battaglie per gli interessi di Pisa. Vomitevole.

Anonimo - 23/11/2022 00:34

Gli altri post della sezione

NON SE NE POLE PIU’

Basta basta veramente ques ...

Marione 1 Alessandrino 0

Ha accesso più Alberi di ...

Per le donne Iraniane

Il Terzo Polo, Azione e It ...

sotto le mura storiche

Beh se dicessi alla mia fi ...